We are Online Market of organic fruits, vegetables, juices and dried fruits. Visit site for a complete list of exclusive we are stocking.

Contattaci

Contattaci: 019 4508390 - +39 3930697784
My Cart
0.00
Blog
Immagine Zafferano, fiore con cui si estrae la rafinata e conosciuta spezia

Lo Zafferano coltivato in Liguria

Spezia tra le più conosciute e raffinate, lo zafferano è utilizzato fin dai tempi antichi e, da alcuni anni, viene anche coltivato in Liguria.
Scoprilo con noi!

Amici di Pesto Fresco, questa settimana vi parliamo dello Zafferano che, tra le produzioni della Liguria, è particolarmente raffinata.
Si tratta di una spezia che si apprezza a tavola e che rappresenta anche un elisir di lunga vita.

Lo Zafferano, soprattutto negli ultimi anni, ha visto crescere con successo le coltivazioni in Liguria, terra di mare che, grazie ai suoi porti e agli antichi commerci, ha stabilito connessioni con tutto il mondo.
Proprio queste connessioni  e i relativi  scambi ci hanno portato le spezie, che già anticamente rivestivano una tale importanza, soprattutto in Liguria, da dedicare loro il nome di una città: La Spezia.

La polvere dello Zafferano è una miniera di sostanze preziose per l’organismo perché contrasta l’invecchiamento, stimola il metabolismo, favorisce le funzioni digestive ed è un vero alleato in cucina.

Cos’è lo Zafferano?

Ma facciamo un passo indietro. Lo Zafferano è un fiore che nasce nei campi in ottobre, si schiude al mattino con i primi raggi di sole e ha un colore che sfuma dal lilla al viola.
All’interno della corolla si trovano tre fili di colore rosso, gli stimmi, dai quali si ricava la polvere gialla dello Zafferano. È proprio la preziosa polvere che utilizziamo per realizzare piatti di sicuro successo.

Come si usa lo Zafferano?

È  molto versatile e, dall’antipasto, al dolce, ad accostamenti insoliti, lo Zafferano non smette mai di stupirci.
Lo abbiniamo più comunemente al sapore neutro del riso, che ne esalta tutte le sue sfumature, perchè il chicco poroso ne assorbe l’aroma alla perfezione.
Lo zafferano è molto indicato anche per esaltare i condimenti di verdure dal sapore delicato, come le zucchine.
Piace particolarmente in abbinamento ai crostacei, la cui dolcezza si sposa alla perfezione con il sapore gradevolmente amarognolo e il suo profumo intenso.
Con le carni bianche va molto d’accordo e possiamo tranquillamente affermare che è una spezia “amica” di quasi tutti i cibi.
E per dare un tocco sorprendente, basta aggiungerne un pizzico nell’impasto di dolci lievitati.

Lo zafferano va utilizzato con molta parsimonia, in quanto da una piccolissima quantità di polvere si sprigionano gusto e colore a profusione.
Essendo termolabile, come molte altre spezie ed erbe aromatiche, è consigliabile aggiungerlo alle pietanze appena prima di toglierle dal fuoco mescolando bene la polvere, ma c’è chi preferisce unirlo all’inizio della cottura.

Come far rinvenire gli stimmi dello Zafferano?

  • Metti gli stimmi in una tazzina e versaci sopra un po’ d’acqua o, se la ricetta lo consente, latte o brodo.
  • Indicativamente, calcola che per fare 4-6 porzioni di risott,o va bene una tazzina di caffè di acqua molto calda, ma non troppo per evitare di compromettere le qualità organolettiche e nutritive dello zafferano.
  • Dopo aver versato l’acqua, copri la tazzina con un piattino per trattenere il calore e il profumo dello zafferano. La crocina, sostanza idrosolubile presente in grande quantità negli stimmi di zafferano, conferirà il colore giallo – oro all’acqua.
  • Idealmente, tieni la tazzina a bagnomaria in acqua molto calda, ma non farla mai bollire. Ci vogliono circa un paio di ore perché tutte le proprietà coloranti e organolettiche dello zafferano si diffondano  dentro la vostra tazzina.
  • Una volta stemperati gli stimmi nel liquido, versa direttamente nella piatto ce stai preparando.
    Se non lo utilizzi subito, si conserva fino a 48 ore riposto in frigorifero opportunamente coperto.

Alcuni artigiani liguri utilizzano  questa meravigliosa spezia in modo moderno e fantasioso, ad esempio in sciroppi, miele, marmellate, liquore e gelato allo zafferano.
Cercali sul web e nelle botteghe di specialità Liguri!

Ph. Pinterest

 

 

 

Lascia il tuo commento

Compare